Skip to content

Teramo, sindaco vieta sesso troppo rumoroso

10 novembre 2010

l'articolo originale

Siamo nell’era tecnologica. La tecnologia dei miracoli.
Quella che ci permette di parlare con pochi spiccioli con un abitante della Nuova Zelanda dall’altra parte del globo, quella che ci permette di andarci in poche ore dall’altra parte del globo!
Quella che ci permette di scrivere queste stronzate e di renderle visibili a tutti…
…ma e anche la tecnologia che ci permette di stare in attesa al telefono per mezz’ora con la società che gestisce l’acqua pubblica per comunicargli la lettura del contatore che loro non vogliono più fare, la tecnologia che ci permette di avere un auto che fa “come ridere” i 200km/h ed è la stessa tecnologia che poi ci farà multare appena superiamo i 50…
… ma in questo caso è soprattutto la tecnologia edile che mi lascia perplesso: possibile che più ci evolviamo e più i muri assomigliano a carta velina??? E’ questa l'”evoluzione”???
Avete mai visto le mura di una casa “vecchia”?? Li la compagna potete anche cuocerla a fuoco lento che i vicini manco se ne accorgono!
Ma è possibile che oggi non si possa neanche farsi gli affari propri in casa propria???
Capisco che deviare lo scarico sul balcone dell’inquilino del piano di sotto non sia ammissibile e capisco che non sia neanche un bel vedere e sentire un giro di prostitute nel mio palazzo…
E’ vero che i vicini non devono essere disturbati da continui amplessi, ma se si sentono la colpa è solo di chi tromba o anche di chi ha fatto dei muri di mezzo centimetro????
Vuoi che la tecnologia non riesca ad insonorizzare un pò meglio degli appartamenti???
Voi che dite?
Commentate, commentate….

Dal TGCom del 17 Settembre 2010. L’articolo è questo qui.

Fa discutere l’ordinanza del sindaco di Martinsicuro, piccolo centro in provincia di Teramo, contro i rumori molesti in condominio. Il disturbo della quiete tra le mura di casa, tutti i giorni e a tutte le ore, notte compresa, diventa così punibile con una multa che arriva a 500 euro. Toccherà a carabinieri e polizia locale far rispettare l’ordinanza, sanzionando anche le coppie protagoniste di amplessi troppo rumorosi.
Il sindaco Abramo Di Salvatore, si fa paladino di tutti coloro che sono stanchi di subire rumori molesti. L’ordinanza comunale punta soprattutto a far cessare il chiasso provocato da clienti e ‘lucciole’ che consumano sesso negli appartamenti a luci rosse della cittadina. Il provvedimento, però, colpirà inevitabilmente anche quelle coppie che vogliono lasciarsi andare a una notte di passione senza pensare troppo al sonno dei vicini.
Perché l’ordinanza sia rispettata, spiegano dal Comune, diventa essenziale la collaborazione con gli amministratori di condominio con i quali Di Salvatore ha avuto un incontro per spiegare l’iniziativa. Saranno loro a poter raccogliere le varie segnalazioni e ad inoltrarle alle forze dell’ordine.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: