Skip to content

Multa 2 volte lo stesso automobilista a 19mila chilometri di distanza

13 dicembre 2010

l'articolo originale

Tornando anche oggi sul discorso “multe” bisogna aggiungere che qui in Italia abbiamo anche un altra brutta abitudine: non diciamo mai una roba tipo “andavo troppo forte e mi hanno fermato” ma bensì è più frequente sentire una cosa tipo “Stavo andando e la sfiga vuole che abbiano fermato proprio me!!”.
A questi signori voglio ricordare una cosa: non è colpa della sfiga! Siete VOI che andavate troppo forte!…
Posso concedere che purtroppo al giorno d’oggi i vigili ricevono istruzioni per fermarci in punti che, invece di essere i più pericolosi come dovrebbe essere, in realtà sono solo i più soggetti ai nostri errori.
Questo è un altro discorso, e come ho scritto in altri articoli sono d’accordo, ma per il caso sopracitato ribadisco: non è sfiga. E’ colpa vostra.
Forse può chiamarla in parte “sfiga” il protagonista di questo articolo.
Certo che evidentemente ovunque va in macchina non rispetta mai le regole…

Da “La Repubblica” del 9 Dicembre 2010. A questo link.

L’automobilista britannico è stato multato per eccesso di velocità due volte dallo stesso agente, ma in due posti distanti tra loro circa 19 mila chilometri. A raccontare la curiosa coincidenza di “vite parallele”, titolando ‘Il braccio molto lungo della legge’, è il quotidiano “Daily Mail”, spiegando che dopo il loro primo incontro 2 anni fa, sulla A5 in Gran Bretagna, i protagonisti si erano ambedue trasferiti in Nuova Zelanda. Fermato l’automobilista su una strada vicino a Christchurch, l’agente Andy Flitton si è sentito chiedere se avesse mai lavorato a Londra. “Ho pensato che potesse essere lei, mi ha multato per eccesso di velocità due anni fa”, ha poi aggiunto l’automobilista, spiegando all’agente di essersi trasferito in Nuova Zelanda da pochi giorni. “All’inizio non l’avevo certo riconosciuto -ha raccontato Flitton- ma non appena ha accennato all’episodio mi è tornato tutto in mente e siamo scoppiati a ridere”

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: