Skip to content

Multe con auguri: vigile aggredito

20 gennaio 2011

l'articolo originale

Voglio ringraziare questo vigile.
Lo so sembra strano. Un vigile di quelli, scusate il termine, “bastardi”. Uno di quelli che ti fa la multa appena ti volti anche se stai fermo 60 secondi con le quattro frecce in un posto che non è di pericolo per nessuno. Uno di quelli che ti controlla anche la pressione delle gomme e che ci gode ad essere temuto. Uno di quelli che multerebbe chiunque probabilmente perchè è il solo mezzo che ha per avere un po di rispetto.
Non sono tutti così, per fortuna, ma almeno uno di questi tipi c’è in ogni città.
Beh, io questo lo ringrazio apertamente.
Lo ringrazio per aver esagerato.
Lo ringrazio per aver varcato la soglia. La soglia oltre la quale la legge non è più tutta dalla sua parte.
La soglia che giustifica anche se solo in parte una reazione.
Ringrazierei anche chi questa reazione l’ha avuta, ma è uno dei tantissimi che avrebbe fatto la stessa cosa nella sua situazione.
Lui ha solo avuto la sfortuna di trovarselo vicino dopo una multa con “auguri”. La sfortuna di essere adesso nei casini.
E comunque la fortuna di essersi tolto una bella soddisfazione!! 🙂 🙂

 

Dal TGCom del 18 Gennaio 2011.

Nei giorni tra Natale e capodanno lasciava sul tergicristallo, insieme con la multa per divieto di sosta, un biglietto d’auguri. Ma il vigile buontempone, Michele Furlan, in servizio a Gorizia, ha pagato cara la sua burla. Proprio al rientro dalle ferie, dopo un diverbio con un automobilista, sarebbe stato più volte colpito alla gamba con la portiera dell’auto. Ed è finito in ospedale.
A raccontare la curiosa storia è “La Stampa”, dove si legge che il vigile in questione è sempre stato il più temuto della città. Sul biglietto d’auguri Furlan scriveva “Costa così poco, dare amicizia, bonà…”. E i goriziani si sono letteralmente imbufaliti. A decine hanno protestato tempestando di telefonate il Comando dei vigili e rispedendo al mittente gli auguri, evidentemente poco graditi.
Sono bastati pochi giorni per risalire all’autore della beffa ai danni di tanti automobilisti. D’altra parte, si è saputo che il vigile Furlan è noto per altri episodi quantomeno curiosi. Del tipo: una multa ad un proprietario perchè il cane si affacciava al cancello senza museruola. O a una donna in bicicletta perchè era senza campanello.
Un barista dice di lui, senza mezzi termini: “E’ il classico vigile che prima o poi viene picchiato”. E’ successo. Sembra che le cose siano andate così: il vigile si è messo a discutere con un giovane che aveva parcheggiato in divieto, e dopo la discussione l’automobilista ha più volte colpito al polpaccio il vigile. Ma il giovane contesta la versione. Intanto però il vigile è finito in ospedale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: